Log in

Ambasciatori


Il Duchenne Heroes non potrebbe essere lo stesso senza il contributo dei nostri Ambasciatori. Vere e proprie guide che insieme all'organizzazione supporteranno passo dopo passo i nostri Eroi nella loro preparazione atletica nelle loro attività di raccolta fondi.

Gli Ambasciatori 2015 sono:


Piemonte e Valle d'Aosta:
Marco Costa
 
Lombardia:
Paola De Vita
 
Veneto:
Silvano Prando
Christian Bergamini

Trentino Alto Adige:
Maria Rita Cattani

Friuli Venezia Giulia:
Milena Favalessa
 
Umbria:
Maurizio Mezzanotte
 
Toscana:
Franco Boccini

Lazio:
Matteo Russo
Roberto Zoffoli

Sicilia:
Maurizio Guanta


Scriveteci, saremo lieti di mettervi in contatto con loro!






Matteo Russo

Sono venuto a conoscenza del Duchenne Heroes grazie a il mio compagno di pedalate Roberto Zoffoli. Durante il mese di settembre 2012 mi propose di partecipare a questo evento unico in Italia. Iniziai ad approfondire la conoscenza della sindrome di Duchenne e Becker e qualche giorno dopo eravamo già iscritti con la mitica squadra “Mtb for all”. Ci ha unito e ci unisce ancora oggi la passione per la mtb, la voglia di impegnarci in prima persona per una giusta causa e il supporto di un gruppo di amici che ci ha permesso di raccogliere fondi praticamente tutti i giorni dell’anno. Da qui siamo partiti per due anni intensi di eventi ed oggi sono qui per poter dare un contributo al fine di sconfiggere la distrofia muscolare di Duchenne e Becker.

Come ambasciatore vorrei trasmettervi l’atmosfera che si prova durante il Duchenne Heroes: oltre alla sfida con se stessi nell’affrontare delle tappe epiche ogni giorno, sentirete di far parte di una grande comunità di persone unite dalla profonda convinzione che la sindrome di Duchenne e Becker si possa sconfiggere. E questo farà la differenza nelle vostre giornate vissute durante il Duchenne Heroes. L’essere ambasciatori sarà anche un modo per condividere con voi tutte le informazioni tecniche su come preparsi e su cosa portare per questo evento di beneficenza unico in Italia.

Paola De Vita

Arrivata al Duchenne Heroes per caso nel 2013, da allora sono rimasta fedele al progetto e all'impegno alla lotta contro questa terribile malattia. Oramai il Duchenne Heroes e Parent Project fanno parte della mia vita, ogni occasione è buona per parlarne, cercare fondi, anche se soltanto di 1 euro. Anche la mia famiglia, in primis mia figlia Milena di appena 8 anni, si è appassionata alla causa e mi aiutano nelle varie attività. Metto a disposizione il mio entusiasmo e il poco tempo a disposizione che mi rimane dopo il lavoro. Io ci credo: l 'esperienza è meravigliosa, ti arricchisce personalmente e nello stesso tempo sei di aiuto a qualcuno. Aiuti dei ragazzi meravigliosi e le loro ancor più belle famiglie.

Roberto Zoffoli

Conosco la realtà di Parent Project da molti anni e da sempre sono al fianco delle famiglie che la compongono. Quando sono venuto a conoscenza del Duchenne Heroes non ho fatto altro che iscrivermi e credere fin dall'inizio che il "salvadanaio virtuale" si potesse riempire tutti insieme.....e così è stato! In questi anni di pedalate e raccolte fondi ho conosciuto delle persone davvero speciali che mi hanno arricchito e che hanno reso speciale ogni momento passato in loro compagnia.

Pedalare su sentieri incredibili, al fianco di persone fantastiche ed essere accolti all'arrivo dai sorrisi dei bimbi e ragazzi di Parent......tutto questo è il Duchenne Heroes e le emozioni che ho provato in questi 2 anni le porterò sempre con me. Sono sicuro di poter trasmettere la mia passione per questo evento e la voglia che mi ha sempre spinto a pedalare e raccogliere fondi; sono convinto dell'importanza della figura degli ambasciatori perché è fondamentale avere un riferimento che possa aiutare i bikers nel percorso di avvicinamento al Duchenne Heroes.

Christian Bergamini

Sono nato a Castelmassa 41 anni fa e vivo a Bergantino piccolo paese della provincia di Rovigo, che si trova entro l'ansa più accentuata del Po. Padre di una meravigliosa ragazza di vent’anni, Chiara, lavoro dal 1995 in Cargill (allora Cerestar). Sono uno sportivo a360 gradi, amo fare qualsiasi tipo di sport ma la mia passione rimane la bicicletta. Nel 2013 il comitato Cargill Care mi propone il Duchenne Heroes: non sapevo nulla sulla Duchenne e chi o cosa avrei trovato nel partecipare a questa manifestazione.

Incerto sul da farsi mi sono lasciato guidare dal mio incondizionato amore per lo sport e mai decisione si è rilevata più giusta! Questa esperienza mi ha aperto il cuore e la mente: vivere a contatto con bambini malati e con le loro famiglie, vedere la loro forza di volontà ed il coraggio che mettono nell’affrontare ogni giornata con il sorriso mi ha cambiato, mi ha reso una persona migliore e spero con tutto il cuore di riuscire a trasmettere queste sensazioni a chi vorrà partecipare alla prossima edizione.